Home » Ascensore » Ascensore interno: caratteristiche e costi

Ascensore interno: caratteristiche e costi

ascensore-interno
ascensore interno

Un ascensore interno torna sempre utile in un edificio a più piani, che si tratti di una villetta, un condominio o un vero e proprio grattacielo.

Infatti, non solo consente alle persone anziane e diversamente abili di muoversi comodamente tra i piani, ma può aiutare anche nella vita di tutti i giorni: quante volte ti sarà capitato di dover affrontare le scale carico di buste da spesa, zaini o passeggini? In questo caso, avrai sicuramente desiderato di averne uno a disposizione.

In questo articolo ti spiegheremo dunque come scegliere un ascensore interno in base alle tue necessità, mostrandoti le tipologie più comuni e illustrandoti di ciascuno le caratteristiche.

Cominciamo intanto col dire che per l’installazione e la manutenzione di ogni ascensore è necessario seguire delle norme di sicurezza.

Dopo aver installato il macchinario, riceverai una dichiarazione di conformità dall’installatore, che conterrà tutte le informazioni necessarie riguardo al tuo nuovo ascensore interno.

Richiedi preventivi gratuiti

14%
PRIMA DI PROSEGUIRE
Ascensoristi.com NON è UNA DITTA ASCENSORISTICA ma un portale di intermediazione tra il richiedente (tu) e le aziende iscritte. Una volta inviata la richiesta di preventivo, verrai contattato da un massimo di 4 aziende (o tramite email o telefonicamente) quindi i tuoi dati saranno pubblici solamente al Team di Ascensoristi.com ed un massimo di 4 imprese iscritte al portale. (Vedi Termini e Condizioni d'uso)
Compilando il form, acconsenti all’utilizzo e al trattamento dei dati personali secondo l’informativa ai sensi dell’art. 13 del D.Lgs. 196/2003 relativa al trattamento dei dati personali e del GDPR (Regolamento UE 2016/679).(Privacy Policy – sezione ‘Raccolta e trattamento di dati personali’ )

Richiedi preventivi gratuiti

Rispondendo a delle semplici domande, ci aiuterai a raccogliere il massimo delle informazioni per farti ottenere i migliori preventivi. Il tutto senza alcun impegno.

Scegli il tipo di intervento richiesto

SPECIFICHE TECNICHE

(il piano terra è da considerare come prima fermata)

(da specificare se selezionato "+10")

(per verificare la portata dell'impianto, controllare la targhetta presente all'interno dell'ascensore.)

(il piano terra è da considerare come prima fermata)

(da specificare se selezionato "+10")

(per verificare la portata dell'impianto, controllare la targhetta presente all'interno dell'ascensore.)

(il piano terra è da considerare come prima fermata)

(da specificare se selezionato "+10")

(il piano terra è da considerare come prima fermata)

(da specificare se selezionato "+10")

*portata esente da legge di revisione annuale

(il piano terra è da considerare come prima fermata)

(da specificare se selezionato "+10")

*portata esente da legge di revisione annuale

(il piano terra è da considerare come prima fermata)

(da specificare se selezionato "+10")

(il piano terra è da considerare come prima fermata)

(da specificare se selezionato "+10")

Tempi e costi previsti

Dati Personali

Ci siamo, non resta che inserire i tuoi dati e riceverai i tuoi preventivi quanto prima:

inserire solamente cifre - spazio, lettera o simbolo non sono consentiti
Orario per essere ricontattato dalle aziende

Entro dieci giorni dalla data di emissione di questo documento, bisognerà inviare una comunicazione al tuo comune di competenza per poter mettere in funzione il tutto. In seguito, il tuo nuovo ascensore dovrà essere sottoposto a visite di manutenzione preventiva, la cui frequenza sarà stabilita in base alle esigenze dell’impianto, e a delle verifiche di integrità, ogni sei mesi.

Controllando sul web, potrai richiedere dei preventivi riguardo ai costi di manutenzione del tuo ascensore specificando le tue esigenze e le sue caratteristiche: comunque, tieni conto che per un ascensore condominiale, le spese di manutenzione possono oscillare da un minimo di 200€ a un massimo di 1100, 1200€ a servizio, cifre che ovviamente possono variare in base al tipo di ascensore che hai deciso di installare.

Entriamo dunque nel vivo dell’argomento e vediamo quale sia il più adatto al tuo progetto.

Tipologie di ascensori interni: oleodinamico o elettrico?

oleodinamico-o-elettrico
oleodinamico o elettrico

Il primo tipo di ascensore di cui parleremo è l’ascensore oleodinamico: è tra le tipologie più diffuse negli ambienti condominiali, laddove non si necessita di velocità eccessive.

Ascensore oleodinamico

Gli ascensori oleodinamici necessitano di un vano apposito, adiacente a quello di corsa, che ospiti il quadro di comando e la centralina dell’olio: si può, comunque, come si nota spesso nei palazzi, adoperare anche un semplice armadio per questo scopo.

Questo tipo di ascensore offre diversi vantaggi: è tra i più economici in termini di costi di installazione e manutenzione, ha portata elevata ed un ingombro ragionevolmente ridotto. La velocità della cabina si aggira intorno ai 0,2/0,5 m/s (metri al secondo), in genere supporta tutti i tipi di alimentazione (monofase e trifase) e con una potenza del motore che varia da 1kw a 8kw.

A seconda dei modelli, gli ascensori interni possono trasportare da 2 a 7 persone (in dipendenza dal peso che può sopportare).

Potendo percorrere altezze non elevate, si presta bene agli edifici di massimo 5 piani, ed è quindi la tipologia ideale se dovrai installare il tuo ascensore per una palazzina.

Il costo di un ascensore oleodinamico interno si aggira di solito intorno ai 30.000€.

Gli ascensori oleodinamici sono dunque perfetti per l’utilizzo quotidiano nei condomini.

Qualora ti servisse un apparecchio più performante in termini di velocità e altezze percorse, caratteristiche richieste specialmente in palazzi molto alti o negli uffici e negli ospedali, è meglio tuttavia puntare su un ascensore elettrico.

Questo tipo di apparecchi costa generalmente più di un oleodinamico, ma offre prestazioni ovviamente diverse: in generale, essendo più veloce, è particolarmente utile laddove il traffico nell’edificio sia elevato.

ascensore-interno-vetro
ascensore interno vetro

Ascensore elettrico

Un ascensore elettrico richiede l’installazione dell’argano e del quadro di comando al di sopra del vano di corsa, per cui in primo luogo bisogna assicurarsi che esso abbia l’altezza necessaria ad ospitarlo.

Se la tua intenzione è quella di sostituire un vecchio ascensore con uno elettrico più moderno, sappi che è possibile ottenerne anche su misura, in modo da poter rimpiazzare i predecessori senza intralcio.

La velocità di questo tipo di ascensore oscilla tra 1 e 1,5 m/s (metri al secondo), esponenzialmente più elevata di quella di un oleodinamico. Inoltre, un ascensore elettrico può trasportare comodamente più persone, ma anche carrelli e barelle.

Se invece necessiti del minimo indispensabile per poter percorrere altezze ridotte senza dover ricorrere alle scale, potrai considerare la possibilità di installare un ascensore che non necessita del locale macchine, o un mini ascensore, macchinari con portata ridotta, ma adatti a chi non ha esigenze particolari in termini di capienza e velocità.

Hai bisogno di un ascensore interno? Con Ascensoristi.com puoi richiedere più preventivi alle aziende iscritte

Miniascensore

mini-ascensore
mini ascensore

La prima tipologia è perfetta se devi installare l’ascensore in edifici già esistenti con spazi ridotti, ma dove è comunque necessaria una velocità abbastanza elevata: l’ascensore, però, è necessariamente più compatto e di dimensioni ridotte. I miniascensori, invece, sono ottimi per superare altezze di pochi metri: sono economici (in genere il costo di installazione non supera i 10.000 euro), non ingombrano e consentono di utilizzare anche la corrente domestica monofase. Ovviamente la velocità risulta essere molto ridotta, in quanto generalmente non supera i 0,15 m/s (metri al secondo).

Finora abbiamo parlato di ascensori per il trasporto di persone. Non dimenticarti, tuttavia, che qualora volessi installare un apparecchio elevatore in un locale non residenziale, dove si ha la necessità di spostare ingombri pesanti da un piano all’altro, dovrai valutare l’acquisto di un montacarichi e non di un normale ascensore interno: ovvero, quel tipo di ascensori estremamente spaziosi (alcuni possono ospitare decine di persone), ma soprattutto in grado di reggere pesi che un ascensore normale non potrebbe trasportare.

Ne esistono di diversi tipi, alcuni più veloci, adatti agli ospedali, altri destinati invece alle attività commerciali.

Queste sono le tipologie di ascensore più richieste sul mercato: tra di esse sicuramente troverai quella che rispecchia le tue necessità. Ora che le conosci, saprai sicuramente dove orientare le tue ricerche: non dimenticare però che, comunque, potrai chiedere informazioni direttamente all’azienda a cui ti rivolgerai, per avere preventivi o consigli su come sfruttare spazi preesistenti.


Ascensore interno: caratteristiche e costi ultima modifica: 2017-09-02T16:12:19+02:00 da Team di Ascensoristi.com

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *