Home » Ascensore » Ascensore e vincoli storici

Ascensore e vincoli storici

Ascensore-e-vincoli-storici
Ascensore e vincoli storici

Gran parte degli edifici realizzati in Italia, sono stati costruiti senza tenere conto del problema legato alle barriere architettoniche e quindi l’impossibilità per i disabili di superare i dislivelli.

Non solo le strutture private, ma anche quelle pubbliche, spesso sono limitate dai vincoli storici.

Nonostante la legge italiana abbia fatto grandi passi in avanti al fine di migliorare la vita di queste persone affette da disabilità, troppi edifici sono ancora sprovvisti di rampe che permettono l’ingresso anche alle carrozzine ma la Cassazione è stata chiara: i vincoli storici non sono più importanti dei diritti dei disabili.

Richiedi preventivi gratuiti

14%
PRIMA DI PROSEGUIRE
Ascensoristi.com NON è UNA DITTA ASCENSORISTICA ma un portale di intermediazione tra il richiedente (tu) e le aziende iscritte. Una volta inviata la richiesta di preventivo, verrai contattato da un massimo di 4 aziende (o tramite email o telefonicamente) quindi i tuoi dati saranno pubblici solamente al Team di Ascensoristi.com ed un massimo di 4 imprese iscritte al portale. (Vedi Termini e Condizioni d'uso)
Compilando il form, acconsenti all’utilizzo e al trattamento dei dati personali secondo l’informativa ai sensi dell’art. 13 del D.Lgs. 196/2003 relativa al trattamento dei dati personali e del GDPR (Regolamento UE 2016/679).(Privacy Policy – sezione ‘Raccolta e trattamento di dati personali’ )

Richiedi preventivi gratuiti

Rispondendo a delle semplici domande, ci aiuterai a raccogliere il massimo delle informazioni per farti ottenere i migliori preventivi. Il tutto senza alcun impegno.

Scegli il tipo di intervento richiesto

SPECIFICHE TECNICHE

(il piano terra è da considerare come prima fermata)

(da specificare se selezionato "+10")

(per verificare la portata dell'impianto, controllare la targhetta presente all'interno dell'ascensore.)

(il piano terra è da considerare come prima fermata)

(da specificare se selezionato "+10")

(per verificare la portata dell'impianto, controllare la targhetta presente all'interno dell'ascensore.)

(il piano terra è da considerare come prima fermata)

(da specificare se selezionato "+10")

(il piano terra è da considerare come prima fermata)

(da specificare se selezionato "+10")

*portata esente da legge di revisione annuale

(il piano terra è da considerare come prima fermata)

(da specificare se selezionato "+10")

*portata esente da legge di revisione annuale

(il piano terra è da considerare come prima fermata)

(da specificare se selezionato "+10")

(il piano terra è da considerare come prima fermata)

(da specificare se selezionato "+10")

Tempi e costi previsti

Dati Personali

Ci siamo, non resta che inserire i tuoi dati e riceverai i tuoi preventivi quanto prima:

inserire solamente cifre - spazio, lettera o simbolo non sono consentiti
Orario per essere ricontattato dalle aziende

Ascensoristi.com e le ditte che collaborano con il portale sono molto sensibili al disagio arrecato dalle barriere architettoniche sui palazzi con vincoli storici.

Per questo seguono corsi di aggiornamento per restare informati su nuove tecniche di installazione e intervenire nel modo meno invasivo possibile mantenendo invariata l’importanza storica rappresentata dall’immobile.

Vincolo edificio storico: limite per i disabili?

Per fortuna è stato superato il vincolo storico degli edifici. Infatti un impianto volto all’eliminazione dei dislivelli è sempre consentito nei condomini, edifici pubblici e centri commerciali.

Così è stato deciso dalla Cassazione che facendo riferimento alla norma principale, la 13/1989, volta al superamento delle barriere architettoniche, ha concluso che ogni individuo affetto da disabilità ha il diritto di accedere su percorsi favorevoli a qualsiasi edificio.

La dimostrazione che l’Italia si sta adeguando a norme già approvate da tempo è la realizzazione di strumenti di elevazione in importanti edifici storici come l’ascensore panoramico della mole antonelliana.

Altre limitazioni che non hanno valore quando si tratta di far rispettare i diritti dei disabili sono:

  • Vincolo storico artistico
  • Vincolo archeologico
  • Vincoli imposti dalle belle arti
  • Vincoli generali su immobili

Anche nei condomini, si possono realizzare elevatori per disabili anche in aree comuni purché non limiti l’accesso di altri residenti in aree private, come stabilisce la normativa in merito.

Scopri di più

Infatti è imprescindibile il diritto di uno strumento che possa aumentare l’indipendenza, anche parziale, dell’individuo interessato da problemi motori.

L’intervento all’interno della struttura non richiede autorizzazioni particolari o permessi se si tratta di impianti volti ad aiutare disabili. Puoi scoprirne di più sull’articolo di approfondimento che tratta di edilizia libera.

Ascensore e vincoli storici ultima modifica: 2019-03-17T19:30:44+01:00 da Team di Ascensoristi.com

2 commenti su “Ascensore e vincoli storici”

  1. Paolo Parola

    Buongiorno, io vorrei realizzare un ascensore esterno, abito al secondo piano di un palazzo con vincolo belle arti, mia suocera dopo una malattia è risultata invalida totale e le risulta praticamente impossibile venire a casa nostra. Sarei disposto a finanziare l’intero importo per la realizzazione.
    Mi potete indicare la prassi corretta da seguire? Ho letto che quando si tratta di invalidi, per l’abbattimento delle barriere architettoniche si va oltre i vincoli. Grazie per l’attenzione.

    1. Buongiorno,

      Dalle informazioni contenute nella domanda deduco che non sia l’unico residente/proprietario di questo immobile.
      Generalmente è sufficiente coinvolgere gli altri condomini, le amministrazioni locali e l’azienda che ha scelto per l’installazione dell’ascensore, del montascale o della piattaforma elevatrice.
      Insieme scegliete dove collocare l’impianto.

      La sua situazione è differente, la legge prevede di aiutare i disabili residenti in un edificio storico e non parla di familiari/amici disabili che visitano un’abitazione privata.
      La possibilità di installare un elevatore in questo caso è a discapito dell’ente comunale.

      Diversa è la situazione se nell’edificio ci sono delle attività commerciali o uffici: se così fosse, non ci sono problemi problemi nel procedere con l’installazione.
      Occorre coinvolgere condomini, ente comunale, azienda che si occupa di ascensori e verificare la fattibilità della messa in opera.

      Buona Giornata

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *