Home » Sicurezza » Come funziona il controllo degli accessi su cloud?

Come funziona il controllo degli accessi su cloud?

controllo degli accessi su cloud
Controllo degli accessi su cloud

Sai già come funziona il controllo degli accessi su cloud? Se non hai chiaro cosa differenzia il wireless dal cablato, ecco un articolo che spiega le differenze.

Quando scegli un sistema di controllo degli accessi, puoi scegliere tra un sistema in loco o basato su cloud.

Il controllo degli accessi su cloud sta rapidamente guadagnando popolarità nelle aziende di tutto il mondo grazie alla sua capacità di essere gestito in remoto, alla facilità di configurazione, utilizzo e alla flessibilità che offre.

Se pensi che questa soluzione sia giusta per te, ecco come funziona il controllo degli accessi su cloud?

Controllo degli accessi su cloud significa nessun server fisico

I sistemi di controllo degli accessi memorizzano molti dati.

Devono tenere traccia di tutti gli utenti, le autorizzazioni e le operazioni di controllo degli accessi della tua azienda a ogni porta, cancello e ingresso gestiti dal sistema.

I tradizionali sistemi di controllo degli accessi in loco richiedono l’installazione di server e software per archiviare e gestire tutte le informazioni.

I sistemi di controllo degli accessi su cloud operano in remoto.

Invece di avere server installati nella tua sede di attività, tutte le informazioni di sicurezza vengono archiviate fuori sede da un fornitore di servizi di sicurezza.

Puoi accedere e gestire i tuoi sistemi con i tuoi dispositivi mobili.

Connessione totale

Tutti i sistemi di controllo degli accessi funzionano allo stesso modo: puoi modificare i permessi e gestire la sicurezza semplicemente accedendo al server e dicendo al sistema cosa fare.

In un sistema basato su cloud, i server si trovano fuori sede, quindi tutto è connesso a Internet.

Utilizzando il tuo dispositivo mobile, puoi accedere al server e gestire in remoto il sistema da qualsiasi luogo con una connessione.

Vantaggi del controllo degli accessi su cloud

Sempre più case e aziende stanno usufruendo dei vantaggi offerti dai sistemi basati su cloud:

  • Flessibilità senza precedenti: l’ovvio vantaggio di usare il cloud è la possibilità di utilizzare il sistema di sicurezza in remoto. Se disponi di una connessione Internet, puoi gestire i tuoi sistemi di controllo accessi.
  • Costo iniziale inferiore: poiché non ci sono server da installare o software da scaricare, il  cloud ha un costo iniziale molto più basso e un’installazione più semplice rispetto ai tradizionali controlli di accesso in loco.
  • Nessuna manutenzione: con un sistema di controllo degli accessi in loco, dovresti assumere qualcuno per gestire e mantenere i server e mantenere aggiornato il software. Con un sistema basato su cloud, non ci sono server da gestire.
  • Scalabilità: poiché i sistemi di controllo operano tramite Internet, è possibile connettere tutti i sistemi che si desidera. Anche se la tua azienda ha più siti in tutto il mondo, tutti possono essere controllati utilizzando un unico sistema basato su cloud.

Svantaggi del controllo degli accessi su cloud

Sebbene ci siano sicuramente grandi vantaggi nell’utilizzo di un sistema basato su cloud, ci sono anche alcuni aspetti negativi di cui essere consapevoli:

  • Sei dipendente da Internet: se Internet si interrompe, perdi la connettività al sistema.
  • Più costoso a lungo termine: sebbene i sistemi di controllo degli accessi in loco siano più costosi in anticipo e richiedano comunque canoni di licenza mensili, in genere costano meno al mese rispetto ai sistemi basati su cloud.
  • Non sicuro come i sistemi in loco: ad alcune aziende non piace l’idea di inviare le proprie informazioni di sicurezza fuori sede, sebbene i dati trasmessi siano crittografati.
Come funziona il controllo degli accessi su cloud? ultima modifica: 2021-06-24T22:54:04+02:00 da Team di Ascensoristi.com

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *