Normativa-delle-piattaforme-elevatrici

Normativa piattaforme elevatrici

Normativa-delle-piattaforme-elevatrici

Normativa delle piattaforme elevatrici

La normativa piattaforme elevatrici è stata emanata in Italia nel 1996 con la direttiva 89/392/CEE che con il DPR 459 del 4/7/96 obbliga l’utilizzo di materiali e componenti marchiati CE.

 

Per tutti gli installatori e manutentori è obbligatorio seguire tutto quello che viene regolamentato nella normativa piattaforme elevatrici.

Richiedi preventivi gratuiti
14%
PRIMA DI PROSEGUIRE
Ascensoristi.com NON è UNA DITTA ASCENSORISTICA ma un portale di intermediazione tra il richiedente (tu) e le aziende iscritte. Una volta inviata la richiesta di preventivo, verrai contattato da un massimo di 4 aziende (o tramite email o telefonicamente) quindi i tuoi dati saranno pubblici solamente al Team di Ascensoristi.com ed un massimo di 4 imprese iscritte al portale. (Vedi Termini e Condizioni d'uso)
Compilando il form, acconsenti all’utilizzo e al trattamento dei dati personali secondo l’informativa ai sensi dell’art. 13 del D.Lgs. 196/2003 relativa al trattamento dei dati personali e del GDPR (Regolamento UE 2016/679).(Privacy Policy – sezione ‘Raccolta e trattamento di dati personali’ )

Richiedi preventivi gratuiti

Rispondendo a delle semplici domande, ci aiuterai a raccogliere il massimo delle informazioni per farti ottenere i migliori preventivi. Il tutto senza alcun impegno.

Scegli il tipo di intervento richiesto

SPECIFICHE TECNICHE

(il piano terra è da considerare come prima fermata)

(da specificare se selezionato "+10")

(per verificare la portata dell'impianto, controllare la targhetta presente all'interno dell'ascensore.)

(il piano terra è da considerare come prima fermata)

(da specificare se selezionato "+10")

(per verificare la portata dell'impianto, controllare la targhetta presente all'interno dell'ascensore.)

(il piano terra è da considerare come prima fermata)

(da specificare se selezionato "+10")

(il piano terra è da considerare come prima fermata)

(da specificare se selezionato "+10")

*portata esente da legge di revisione annuale

(il piano terra è da considerare come prima fermata)

(da specificare se selezionato "+10")

*portata esente da legge di revisione annuale

(il piano terra è da considerare come prima fermata)

(da specificare se selezionato "+10")

(il piano terra è da considerare come prima fermata)

(da specificare se selezionato "+10")

Tempi e costi previsti

Dati Personali

Ci siamo, non resta che inserire i tuoi dati e riceverai i tuoi preventivi quanto prima:

inserire solamente cifre - spazio, lettera o simbolo non sono consentiti
Orario per essere ricontattato dalle aziende

Ascensoristi.com collabora con aziende che rispettano i dettami imposti dalla legge, quindi non solo la normativa piattaforme elevatrici, ma anche tutte le norme che regolano l’installazione di ascensori ed elevatori in generale per garantire impianti sempre funzionanti e sicuri.

Normativa per piattaforme elevatrici

La normativa per piattaforme elevatrici prevede che qualora si installino impianti con una corsa inferiore ai 3 metri, la certificazione può essere rilasciata dallo stesso costruttore.

Al contrario per piattaforme elevatrici con corsa superiore a 3 metri un ente notificato ha il compito di rilasciare tale certificazione, necessaria per avere la certezza che tutte le componenti rispettino gli standard di qualità e sicurezza imposti dalla Comunità Europea, poiché è considerato un elevatore di persone a rischio di caduta verticale.

La direttiva 89/336/CEE norma la compatibilità elettromagnetica dell’impianto.

In Italia il DPR 503 del 24/07/96 definisce le norme vigenti al fine dell’eliminazione delle barriere architettoniche negli edifici privati e pubblici.

In conformità con tale Decreto l’anno successivo è stato emanato un ulteriore circolare ministeriale n. 157296 del 14 aprile 1997 che stabilisce i documenti necessari affinché l’installazione sia valida ai fini burocratici.

Il proprietario della struttura deve ottenere:

  • Licenza di impianto.
  • Licenza di esercizio.

Inoltre l’azienda che effettua l’installazione deve essere in grado di intervenire sugli impianti eseguendo:

  • Manutenzione.
  • Ispezioni periodiche.
  • Verifiche periodiche.

Come ottenere i documenti necessari

Per acquisire la licenza di impianto, è sufficiente fare tale richiesta al comune tramite raccomandata, riportando le seguenti informazioni:

  • posizione dello stabile (via e numero civico);
  • portata dell’impianto;
  • numero di fermate;
  • ragione sociale dell’azienda che svolge l’installazione.

La licenza di esercizio si ottiene dimostrando che tutti le componenti sono marchiate CE come l’art. 5 del DPR n. 459/1996 recita. Per farlo è sufficiente inviare una raccomandata al comune dove si effettua l’installazione, riportando i seguenti dati:

  • posizione dello stabile (via e numero civico);
  • portata dell’impianto;
  • numero di fermate;
  • ragione sociale dell’azienda che svolge l’installazione;
  • dichiarazione giurata da parte dell’azienda che rispetta tutte le norme contenti all’interno dell’art. 2 del DPR n. 459/1996;
  • Accettazione dell’azienda installatrice a conseguire le verifiche sull’impianto come il DPR 459/96 stabilisce.

Manutenzione piattaforme elevatrici normativa

La manutenzione delle piattaforme elevatrici seguono la normativa derivante dall’art.19 del DPR 1497/1963 e dall’art. 5 della legge 1415/1942 e i successivi art. 6,7,8 e 9 del DPR 1767/1951.

Tutte le aziende che rispettano i requisiti contenuti all’interno di queste norme possono intervenire su qualsiasi tipo di impianto sul territorio nazionale, compresi ascensori, piattaforme elevatrici, scale mobili e montacarichi.

Quando viene effettuata l’ispezione periodica, il manutentore che svolge il controllo, deve annotare sull’apposito libretto le condizioni dell’elevatore, in modo tale che chiunque svolga operazioni di controllo dopo di lui, sia in grado di conoscere immediatamente lo stato di salute dell’impianto.

Solitamente la verifica periodica di tale impianti viene effettuata ogni due anni da un manutentore o un’azienda abilitata come l’art. 8 del DPR n. 459/1996 recita.

Scopri di più

Normativa ascensori e piattaforme elevatrici

Al fine di aumentare la sicurezza delle persone che utilizzano tali elevatori, la normativa ascensori e piattaforme elevatrici dal 1/1/97 prevede l’utilizzo di sole componenti marchiate CE. Un prodotto con questo marchio deve rispettare in tutti i punti la norma 89/392/CEE.

Il marchio CE garantisce al cliente di acquistare un impianto di qualità e che rispetta tutti gli standard di sicurezza.

Una qualsiasi azienda che vende e installa pezzi senza la certificazione CE o con una certificazione falsa, rischia pesanti condanne che ricadono anche in ambito penale.

I dettami del marchio CE riguardano tutte le componenti degli impianti elevatori.

Se necessiti di una piattaforma elevatrice o di un qualunque tipo di elevatore puoi ottenere più preventivi in modo gratuito e senza impegno grazie ad Ascensoristi.com, il nuovo portale dedicato allo sviluppo delle piccole e medie imprese che operano nel campo degli elevatori, risparmierai tempo e denaro.


Normativa piattaforme elevatrici ultima modifica: 2018-11-11T11:45:00+01:00 da Nicolas Camilli


Lascia un commento